Alessandro Spada confermato alla guida della "Fausto Coppi" di Cesenatico e della Nove Colli.

Lunedì 27 Novembre 2017
Una partenza della Granfondo internazionale "Nove Colli"

In assemblea c’erano 131 soci votanti sui 256 aventi diritto, il nuovo direttivo rimarrà in carica nei prossimi tre anni

L'associazione sportiva dilettantistica "Fausto Coppi" di Cesenatico, gloriosa società cicloturistica che organizza da sempre la Granfondo internazionale "Nove Colli" oltre a varie altre manifestazioni ciclistiche ha tenuto la sua assemblea venerdì 24 novembre nella sala "Primo Grassi" del palazzo del turismo di Cesenatico: c’erano 131 soci votanti sui 256 aventi diritto. Alessandro Spada è stato confermato presidente all’unanimità; il nuovo consiglio direttivo diventerà operativo dall'1 gennaio 2018.

Alessandro Spada è stato confermato all'unanimità presidente dell'associazione sportiva dilettantistica "Fausto Coppi" di Cesenatico, la gloriosa società cicloturistica che organizza da sempre la Granfondo internazionale "Nove Colli", oltre a varie altre manifestazioni ciclistiche sul territorio. Nell’assemblea tenutasi venerdì 24 novembre nella sala "Primo Grassi" del palazzo del turismo di Cesenatico c’erano 131 soci votanti sui 256 aventi diritto.

L’assemblea, presieduta da Giunio Bonoli con segretario Federico Busato, ha eletto consiglieri del direttivo che rimarrà in carica nei prossimi tre anni Battistini Mauro, Neri Guido, Martini Amedeo, Lasagni Mirco, già presenti nel precedente mandato, e i nuovi Lorenzini Werner, Pedrelli Maurizio, Rossi Riccardo, Milandri Mauro, Marconi Maurizio e Fattori Carlo. Sindaco revisore Egidio Lombini; presidente onorario Arrigo Vanzolini. Il segretario ed il vicepresidente saranno nominati nella prima riunione del nuovo consiglio direttivo che diventerà operativo dall'1 gennaio 2018.

“Sono felice per la fiducia che ancora una volta l’assemblea mi ha riconosciuto - commenta Alessandro Spada -. Un ringraziamento sentito per l’ottimo lavoro svolto assieme ai consiglieri uscenti Rossi Giorgio, Polini Giovanni, Torelli Tiziano, Giorgetti Stefano, Spinelli Paolo che hanno deciso di non ricandidarsi per motivi di anzianità alcuni e di impegni di lavoro altri. D’altronde il tempo da dedicare a questa società è davvero tantissimo e posso capire le difficoltà di far conciliare il poco tempo a disposizione per tutto. Per quanto mi riguarda non vedo l’ora di ributtarmi a testa bassa sulle nuove sfide entusiasmanti che abbiamo già in programma”.