Ausl Romagna, a Lugo l'incontro di fine anno per fare il punto sull'assetto organizzativo

Mercoledì 20 Dicembre 2017
Un momento dell'incontro per lo scambio degli auguri

Tonini: "L’obiettivo è quello di avere un ospedale più forte di prima, più solido". Ranalli: "L'Ausl ha messo a valore le proprie energie"

Nella giornata odierna, mercoledì 20 dicembre, l’Ausl della Romagna ha organizzato all’ospedale di Lugo un momento di incontro per lo scambio degli auguri natalizi e per fare il punto sulla ristrutturazione dell’assetto organizzativo dell’azienda sanitaria. All’incontro sono intervenuti il sindaco di Lugo Davide Ranalli; il direttore generale dell’Ausl della Romagna Marcello Tonini; il direttore del Distretto di Lugo e Faenza Marisa Bianchin; il direttore sanitario dell’ospedale di Lugo Marisa Bagnoli.

“Ogni anno questo non è solo il momento per scambiarsi gli auguri, che racchiudono le aspettative che abbiamo per il futuro - ha dichiarato Davide Ranalli - ma è anche un’occasione per fare il punto su quanto è stato fatto e quanto resta da fare. Capire dove siamo arrivati ci consente di raggiungere gli orizzonti prefissati. L’Amministrazione comunale in questi anni ha scelto di entrare nel merito delle scelte riorganizzative della neonata Ausl della Romagna, indicando con forza gli obiettivi auspicati dai cittadini; abbiamo scelto non di chiuderci, ma di comprendere la necessità di lavorare in collaborazione con gli altri territori, in particolare con Faenza, per migliorare il nostro ospedale. Iniziamo a raccogliere le prime soddisfazioni: poche settimane fa sono stati inaugurati i nuovi spazi del pronto soccorso, che hanno visto il plauso anche di coloro che solitamente tengono un atteggiamento di distanza e conflitto rispetto alle scelte che portano al cambiamento. Noi siamo convinti invece che il cambiamento sia un’opportunità da cogliere. Così come è stato fatto con l’Unione dei Comuni, anche l’Ausl ha messo a valore le proprie energie, in questo caso di un territorio molto più vasto che è la Romagna, per migliorare i servizi, creare economie di scala e godere di risorse aggiuntive, economiche e professionali, a vantaggio degli utenti finali”.


“La nascita dell’Ausl della Romagna permette di accorciare le distanze tra territori, professionisti - ha sottolineato Marcello Tonini - ed esperienze: se questi stanno insieme e dialogano, possono diventare migliori. L’obiettivo è quello di avere un ospedale più forte di prima, più solido; il percorso a oggi ha visto momenti difficili, ma abbiamo ritrovato la strada in modo spedito: sono molto fiducioso, c’è tanto da lavorare, ma un passo alla volta porteremo a casa i risultati prefissati. Quando vengo a Lugo percepisco il senso di appartenenza e la volontà di concorrere alla cosa pubblica, che non è né scontato, né uguale in tutti i territori”.