"Credi ancora agli angeli?" Il punto sulla pesca in Adriatico venerdì 5 all'Acquario di Cattolica

Giovedì 4 Gennaio 2018
Due esemplari di squali all'Acquario di Cattolica

La parabola dello squalo angelo, diffuso un tempo e oggi praticamente estinto, rappresenta l’impoverimento del mare e lancia l’allarme sul pericolo di estinzione di specie e habitat: alle 15 fanno il punto alcuni esperti

L’Adriatico, il vero polmone del Mediterraneo, è seriamente malato. Gran parte della sua antica e abbondante ricchezza è andata perduta, anche a causa della pesca eccessiva. La parabola dello squalo angelo, abbondantemente diffuso un tempo e oggi praticamente estinto, rappresenta l’impoverimento del mare e lancia l’allarme sul pericolo di estinzione di specie e habitat. Ma salvare l'Adriatico è ancora possibile: se ne parlerà all’Acquario di Cattolica venerdì 5 gennaio, alle ore 15, nell’incontro organizzato da MedReAct, Adriatic Recovery Project e Acquario di Cattolica.

Interverranno: Stefano Gridelli – Responsabile Acquariologia Acquario di Cattolica e Oltremare; Francesco Ferretti – Biologo Marino (Università di Stanford); Fabrizio Serena - Vice presidente IUCN-SSG Mediterraneo; Otello Giovannardi – Ref. Dip. Bio Ispra di Chioggia; Stefano Paganelli – Resp. Club Subacqueo Dive Planet Rimini; Azzurra Bastari – Adriatic Recovery Project e Univ. Politecnica Marche.

 

L’evento si svolgerà nella sala conferenze dell’Acquario di Cattolica, a ingresso libero e aperto a tutti.