Famiglia intossicata dai fumi di un barbecue spento male in un appartamento a Rimini

Martedì 9 Gennaio 2018
La famiglia è stata soccorsa all'alba in un appartamento di viale Principe Amedeo (foto archivio Migliorini)

Soccorsa alle 6 del mattino dal personale del 118: madre e figlia in ospedale per osservazione

Una famiglia di origine filippina è finita in ospedale, a Rimini, per intossicazione. Il padre di 35 anni, la madre di 30 e la figlia di 4 sono stati soccorsi dal personale del 118 per aver inalato monossido di carbonio dopo aver cotto carne su un braciere con carbonella, in un piccolo appartamento in viale Principe Amedeo. E' successo questa mattina verso le 6, quando la mamma, dopo essersi accorta che la bambina stava male e vomitava, ha chiamato il numero di emergenza. 

Sul posto i Vigili del Fuoco hanno rilevato presenza di monossido di carbonio, prodotto dalla combustione del braciere, un barbecue solitamente usato all'esterno, e che era stato spento male.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri. Madre e figlia sono in ospedale in osservazione e verranno dimesse in giornata.