Paola Gazzolo: "I nostri costi di smaltimento sono i più bassi del Nord Italia"

Mercoledì 10 Gennaio 2018

L'assessore regionale alle politiche ambientali replica a Pinuccia Montanari, assessore all'ambiente del Comune di Roma, che ha definito folli i costi di smaltimento dell'indifferenziato chiesti dalla nostra Regione

“Sono parole in libertà perché in realtà non so che dati citi sinceramente”. Con queste parole Paola Gazzolo, assessore alla Difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna Regione Emilia Romagna, a Effetto Giorno su Radio 24, commenta le parole di Pinuccia Montanari, assessore all'ambiente del Comune di Roma, sui costi definiti folli dello smaltimento dell’indifferenziato romano che sarebbero stati proposti dalla sua Regione.

“In realtà noi come regione Emilia-Romagna abbiamo i costi medi di smaltimento più bassi delle regioni del Nord - prosegue Paola Gazzolo - e più bassi della media nazionale. Non cito un dato autoreferenziale, ma il rapporto rifiuti urbani 2017 di Ispra, quindi anche questo una fonte pubblica, che dice chiaramente che il nostro costo medio di smaltimento è 116,7 € a tonnellata, ed è inferiore alla media delle regioni del nord, perché il costo è 125,8 € a tonnellata, e inferiore alla media nazionale che è 124,2 €”.

L’assessore Paola Gazzolo poi spiega ai microfoni di Radio 24: “Non è la prima volta che rispondiamo delle emergenze in solidarietà: questo non ci rende particolarmente felici e neanche i nostri cittadini; però noi avremmo preso il costo effettivo di smaltimento dei tre impianti, che pagano i cittadini, e avremmo aggiunto 20 € com quota di disagio ambientale come dice la norma nazionale.

Alla domanda su quanto avrebbe chiesto la regione Emilia Romagna per questo smaltimento l’assessore Gazzolo conferma: “esattamente questo: c'è il costo dell'impianto, i nostri impianti vanno da 109 € a 130 € come costo, più 20 € ed è ovvio che Roma avrebbe avuto anche i costi di trasporto”.