Stanziamento per combattere dissesto idrogeologico / Bargi (LN): “Acrobazia contabile dalla giunta”

Giovedì 21 Dicembre 2017
Stefano Bargi

“Un’acrobazia contabile: così il Pd fa sembrare quello che in realtà non è”: Stefano Bargi, consigliere regionale della Lega Nord, commenta lo stanziamento in legge di bilancio per combattere il dissesto idrogeologico. 

“La Giunta sventola 9,5 milioni di investimenti per la manutenzione delle opere che devono tutelare il territorio da emergenze come le piene dei fiumi - sottolinea Bargi - , ma questa cifra riguarda in realtà anche la tutela delle coste. E’ dunque un semplice accorpamento di fondi, probabilmente per rispettare la parola data ai Comuni montani, in cui si indicava in 10 milioni l’ammontare che la Regione avrebbe finanziato per la manutenzione straordinaria”.

Il Carroccio attacca dunque “quello che è in sostanza il mantenimento dello status quo, ossia una preferenza per le spese in manutenzione ordinaria, rispetto agli investimenti in manutenzione straordinaria, ad esempio per la realizzazione di nuove casse di espansione o l’ampliamento di quelle esistenti”. Per Bargi dunque la Regione “continua a preferire la cura alla prevenzione. Ma non è così che si combatte seriamente il dissesto idrogeologico”.